+39 0113499067Via G. Giolitti 16 - 10098 Rivoli (TO)+39 3333555977  Via A.Volta 15 - 20098 Sesto S.Giovanni (MI)

Cerca sul Sito

Register
  • English (UK)
  • it-IT
L'utilizzo delle microcorrenti in Fisioterapia antalgica e in Riabilitazione è spesso controverso. Poiché esser fanno parte del bagaglio culturale e tecnico della Metodologia NERVENIA, abbiamo pensato di raccogliere alcuni articoli indicizzati per pubblicarli sul nostro sito, a disposizione del mondo accademico o semplicemente per chi ne vuole sapere un po' di più, nel costante impegno di disseminare i risultati della nostra ricerca e per validare ulteriormente la nostra metodica.  
 

Puoi consulatre la Bibliografia qui --> Bibliografia Microcorrenti (pdf)

 

 

Pubblichiamo con piacere la tesina di Maturità di un'allieva di un Liceo Scientifico di Torino, sul concetto di dolore e le sue correlazioni filosofiche, scientifiche e letterarie. Siamo felici di aver contribuito per la nostra piccola parte alla spiegazione dei meccanismi che sottendono il dolore e siamo orgogliosi sia della sua scelta che del risultato.

Link alla tesina "Il Dolore: Mente e Corpo" (pdf)

 

Ci sono malattie che faticano non solo a essere curate, ma anche riconosciute. La fibromialgia è una di queste. Colpisce in particolare le donne, è originata da una alterazione del sistema nervoso, e ha lo spiacevole risultato di creare dolore e alterazioni della sensibilità dappertutto.

La fibromialgia è una delle patologie reumatiche più diffuse, spesso si manifesta con dolore, rigidità e fatica, ma questi purtroppo non sono gli unici sintomi. Questi infatti rivestono tantissimi aspetti della vita del soggetto, non solo fisici, ma anche emotivi e sociali. Purtroppo i farmaci comunemente usati si rivelano scarsamente efficaci, perché agiscono sul sintomo, ossia il dolore localizzato, e non sulla causa, cioè il problema legato al sistema nervoso.

Vediamo come si sviluppa questa malattia e come si può arginare.

Dobbiamo considerare che il sistema nervoso gestisce tutte le aggressioni fisiche e psicologiche, tutte le situazioni di disagio del corpo e della mente. Per ognuna di queste situazioni crea una reazione fisiologica: così quando c’è un trauma si crea una risposta di dolore, quando c’è un momento di stress si crea una risposta nella frequenza cardiaca, eccetera….

Queste “risposte automatiche” del sistema nervoso sono originate e gestite dalle cosiddette  neuromatrici, che generano comandi e risposte che vengono ripetuti in tutte le occasioni simili; quindi se c’è una situazione di dolore, viene creato uno stato di infiammazione che dà l’avvio al processo di guarigione. In alcune persone le reazioni sono più forti e immediate, in altre più deboli e lente. In altre ancora queste risposte sono errate. E il cervello impara da se stesso, tendendo a ripetere le stesse risposte. E qui può nasce il problema.

La fibromialgia si genera quando la risposta del cervello diviene costantemente errata, trasformando ogni segnale (anche quelli innocui) in dolore o infiammazione.

Il risultato è uno stato di malessere continuo, che colpisce tutto il corpo, a volte con intensità tale che rende inefficaci i trattamenti localizzati e sintomatici.

Ecco perché bisogna andare a scavare alla radice del problema. In pratica, si tratta di fare una “riprogrammazione” del sistema nervoso.

Il trattamento è quindi mirato non a solo curare i sintomi dolorosi, ma anche e soprattutto ad agire sulle cause che li scatenano, ripristinando la corretta funzionalità del sistema nervoso. Andando ad agire così in profondità, ovviamente i tempi di efficacia non sono immediati: il problema si è originato in anni di disfunzioni, e va curato in maniera progressiva, riportando alla normalità le risposte dei nervi.

La terapia è lunga: si svolge con blocchi di 3-4 sedute intervallati da una pausa di un mese e sono necessari alcuni mesi di cura.

L’utilizzo della Neuromodulazione si sta dimostrando una terapia utile per combattere la fibromialgia alla radice. Con il vantaggio di essere una tecnica non invasiva e di veloce applicazione, tollerabile da tutti i pazienti senza controindicazioni. Abbiamo scelto proprio questa tecnica che secondo noi è quella che si rivela più efficace e più personalizzabile alle situazioni specifiche di ogni paziente.

Questo è solo uno dei trattamenti che eseguiamo con il metodo Nervenia di stimolazione dei nervi. Scopri di più sul metodo Nervenia

Articolo sulla Neuromodulazione mediante Dynamix nella Fibromialgia (pdf)


 

 

In questa sezione potete scaricare il pdf con gli aggiornamenti bibliografici su cui si basano le evoluzioni terapeutiche del metodo Nervenia:

Aggiornamenti Bibliografia 2018 (pdf)


 

 

“Ho mal di testa, non so più come farmelo passare.”

Purtroppo è una delle situazioni più comuni, perché sono tante le cause che possono dare origine a questa disturbo. E farlo passare prevede spesso dei empi di trattamento anche piuttosto lunghi.

Abbiamo trovato un nuovo metodo che ci dà un’ottima risposta in termini di risultato: spesso il sintomo passa all’interno della stessa seduta terapeutica con risultati già decisivi che si mantengono nel tempo, anche con pochissime sedute di mantenimento.

Il concetto alla base di questo trattamento si basa sul trattamento delle suture craniche, quelle articolazioni che uniscono le diverse ossa del cranio. La loro funzione è di ammortizzare meccanicamente le varie forze e sollecitazioni a cui è sottoposto il cranio, a cominciare dai movimenti della masticazione, via via a tutti i movimenti della cervicale. Il concetto di esistenza delle suture craniali è simile alle giunture sui viadotti stradali, quelle piccole fessure che permettono degli spostamenti anche minimi senza causare attriti fra le varie parti del ponte (in questo caso, fra le varie ossa del cranio) e quindi permettere una lunga durata del ponte stesso.

Le suture craniche hanno al loro interno dei vasi sanguigni e delle terminazioni nervose libere. Queste suture si possono bloccare ad esempio per un trauma (un colpo alla testa), per interventi di ortodonzia (un apparecchio dentale che modifica anche impercettibilmente la posizione delle ossa e quindi le suture fra di loro), per un intervento di chirurgia maxillo-facciale, solo per citare alcuni esempi.

E quando una sutura non funziona perfettamente si crea una sensazione di malessere, talvolta mal identificabile. Spesso non sappiamo cosa, ma avvertiamo che “qualcosa non va”. Molte volte questi blocchi suturali si accompagnano alla sintomatologia cefalalgica, al mal di testa, alle emicranie…. Diventano dolenti alla palpazione, e questo ci permette di individuare il punto esatto su cui agire con il trattamento.

Abbiamo sperimentato che agire sui nervi che si intrecciano e si dipartono da queste suture permette di ottenere dei risultati incredibilmente efficaci in termini di riduzione del dolore nei casi di emicrania e cefalea, anche di carattere mestruale.

Come si svolge il trattamento? Il primo momento è la ricerca delle zone da trattare delle suture craniche superficiali. Questo permette di riconoscere quali sono le suture alterate che accompagnano il mal di testa. Applichiamo un trattamento di DNS (Stimolazione Nervosa Profonda) sulla parte da trattare e bastano pochi minuti per avere una significativa riduzione del dolore.

È possibile verificare tutto questo durante il trattamento con piccoli test. La Neuromodulazione è una corrente selettiva che agisce esclusivamente sui tessuti nervosi, stimolandoli senza creare interferenze con vene e muscoli. Abbiamo notato che la Neuromodulazione suturale riesce a gestire tutte le problematiche relativa alla parte cranica, non solo le cefalee. Anche se questo tipo di trattamento si rivela decisivo nei casi di mal di testa causato da diversi fattori e situazioni: l’emicrania, anche di tipo ormonale, la cefalaea miotensiva, le contratture muscolari da freddo, la cervicale.

La Neuromodulazione suturale si è anche rivelata utile in altri campi medici come:

Ortodonzia Una capsula, un ponte, un apparecchio dentale cambiano la struttura fisiologica della bocca, e queste alterazioni si ripercuotono sulle suture del cranio: sono potenziali cause di mal di testa. In questi casi è importante agire durante il periodo del trattamento ortodontico, infatti ogni cambiamento dell’occlusione dentale comporta un adattamento di tutto il cranio, delle suture, anche dei nervi ottici, andando a coinvolgere parti inaspettate come ad esempio le spalle.

Chirurgia maxillo-facciale Interventi al setto nasale, fratture facciali come la rottura della mandibola o dello zigomo, le correzioni mandibolari sono tutte situazioni che comportano delle variazioni nell’assetto del cranio. Agendo sulle terminazioni nervose delle suture craniche aiutiamo il recupero delle funzioni e alleviamo la sintomatologia dolorosa. In altre parole, con questo tipo di trattamento, non facciamo altro che replicare il normale trattamento fisioterapico che faremmo in qualsiasi altro caso di frattura o intervento in altre parti del corpo.

Otorinolaringoiatria Le infezioni, soprattutto quando ripetute con numerose ricadute, del sistema otorinolaringoiatrico (sinusiti, infezioni della gola, otiti ricorrenti…) causano una alterazione della normale meccanica delle suture. Gli osteopati conoscono molto bene questa situazione. La DNS sulle suture craniche aiuta a gestire la sintomatologia dolorosa che accompagna queste patologie, mentre lo specialista si occupa di debellare il male.

Ortottica Lo strabismo e le forìe (alterazioni della convergenza, con facile affaticabilità oculare) sono quasi sempre accompagnati da una situazione meccanica anomala delle suture craniche. Anche in questo campo il nostro trattamento è utile per facilitare e migliorare il lavoro dello specialista.

Il vantaggio fondamentale di questo trattamento è il tempo. Sulla base degli studi effettuati nel nostro studio, abbiamo ottenuto riduzioni significative del dolore all’interno dello stesso trattamento che non dura più di 45 minuti. Senza medicinali, senza effetti collaterali. Questo è solo uno dei trattamenti che eseguiamo con il metodo Nervenia di stimolazione dei nervi.

Scopri di più sul Metodo Nervenia: https://www.nervenia.com/stimolazione-suturale-a-torino.html


 

In questa sezione puoi consultare tutti i riferimenti bibliografici del metodo Nervenia, a cura del Dott. Roberto Bergamo Riferimenti Bibliografici Nervenia


 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Required *

Per favore conferma la sottoscrizione alla Newsletter in accordo con il GDPR Reg. UE 679/2016